Direzione regionale Veneto

Ti trovi in: Home - Servizi - Interpello

Interpello


Attraverso l'istanza di interpello il cittadino ha la possibilità di ricevere chiarimenti relativi al proprio specifico caso personale quando esistano delle oggettive condizioni di incertezza interpretativa delle norme di natura tributaria. In caso cioè di dubbi riguardanti l'interpretazione, l'applicazione o la disapplicazione di norme di varia natura relative a tributi erariali il contribuente può presentare l'istanza prima di attuare un comportamento fiscalmente rilevante. L'amministrazione risponde entro 90 giorni in forma scritta e motivata ed è obbligata a tenere conto delle indicazioni fornite al contribuente in un'eventuale fase di controllo successiva. La mancata risposta entro i termini costituisce silenzio-assenso, l'Amministrazione cioè esprime il proprio accordo con la soluzione prospettata dal richiedente.

Per i contribuenti residenti in regione l'istanza va inoltrata alla Direzione Regionale Veneto nelle seguenti modalità:
- tramite Posta Elettronica Certificata (PEC)
- tramite plico raccomandato senza busta con avviso di ricevimento (modalità sospesa fino al 31/05/20)
-
consegnata a mano  (modalità sospesa fino al 31/05/20)

Per maggiori informazioni consulta la File pdfscheda informativa a cura della Direzione Regionale Veneto (59.72 KB) o la pagina dedicata sul sito nazionale dell'Agenzia delle Entrate.

A causa dell'Emergenza Coronavirus dall' 8 marzo al 31 maggio 2020 sono sospesi i termini per fornire risposta alle istanze da parte dell'Agenzia e per l'invio di documentazione integrativa da parte dei contribuenti. Nello stesso periodo le istanze di interpello possono essere presentate solo tramite PEC (art. 67 DL n. 18 del 17/03/2020).